Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Varie’ Category

Nel tentativo di mettere ordine alle mie idee, qualche mese fa ho aperto un nuovo sito (www.albertosoave.it), con una “NON” linea editoriale lievemente diversa rispetto alla “NON” linea editoriale che finora ho seguito qui. L’intenzione – poi bisognerà vedere se sarà capace di seguire quanto dichiarato, ma questo è un altro discorso – è quella di utilizzare il nuovo blog esclusivamente, o quasi, per articoli scritti di mio pugno, riducendo al massimo la rassegna stampa che qui stava diventando predominante.

Inoltre, sempre da qualche mese, è stato aperto, da me e da altri, il sito www.reteasinistralevantemediolevante.it. Come molti sapranno, alle scorse elezioni regionali della Liguria, quasi tutte le forze della sinistra riuscirono a presentare una lista unitaria. Il progetto, chiamato Rete a Sinistra, avviato nel 2014 prosegue, perché non voleva essere un mero cartello elettorale, bensì un laboratorio di idee con l’ambizione di radicarsi territorialmente e espandersi al di fuori della Regione. Coerentemente a questo disegno, il sito vuole essere lo strumento di comunicazione (e perché no, il catalizzatore di forze) nei due municipi genovesi: il Municipio 8 Medio Levante e il Municipio 9 Levante. Sebbene si tratti di municipi, quindi di unità territoriali “piccole”, dal punto di vista del numero di abitanti stiamo parlando di due realtà che, insieme, rappresentano 120.000 persone e una porzione di territorio piuttosto particolare, che va dal livello del mare a oltre 800 m di quota. Quartieri residenziali, grandi ospedali (San Martino e il Gaslini), buona parte delle scuole medie superiori genovesi, l’ex Ospedale Psichiatrico di Quarto, la Fiera del Mare, la stazione ferroviaria di Genova Brignole, ecc.

Non lasciatevi ingannare dal fatto che i due siti graficamente sono simili. Ho utilizzato lo stesso tema perché lo stavo sperimentando per un sito che, nel frattempo, ho sviluppato per lavoro, quello del Consiglio Nazionale della Federazione Italiana Escursionismo. In quest’ultimo, dal punto di vista del layout, il tema grafico è stato sviluppato sulla base delle indicazioni del committente. Mancano ancora alcuni dettagli (ad esempio deve essere ridisegnato il logo in intestazione), ma per tutti gli appassionati di escursionismo e di media montagna dovrebbe presto diventare il punto di riferimento sul web. O almeno, così si spera.

Annunci

Read Full Post »

Marco Cavallo, il grande cavallo blu simbolo dei malati psichiatrici, in visita all’ex Ospedale Psichiatrico di Quarto

Questa non è una richiesta di fondi e nemmeno una catena di Sant’Antonio. Quello che si richiede è soltanto un minuto di tempo per sostenere la causa dell’Istituto delle Materie e delle Forme Inconsapevoli, un’organizzazione di volontariato che opera all’interno dell’ex Ospedale Psichiatrico di Genova Quarto. Gestisce il Museattivo “Claudio Costa” che raccoglie le opere dei pazienti che svolgono attività di arteterapia, oltre che importanti dipinti e sculture donati da alcuni dei massimi autori contemporanei italiani che, nel corso degli anni, hanno collaborato o stretto amicizia con Claudio Costa. Inoltre, l’IMFI organizza, annualmente diverse attività a sostegno dei pazienti psichici, fra cui attività di danza e di sviluppo della creatività (alcune informazioni le trovate sul sito www.imfi-ge.org).

Come aiutarli quindi? Sul sito di Aviva – Community Fund (https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/vista/540) stanno proponendo una serie di progetti, in competizione fra loro, che possono ottenere fino a 10.000 euro di donazione. Il primo passaggio è quello di raccogliere molti voti espressi dai navigatori Internet, il secondo è quello di ottenere un parere favorevole da parte di una giuria. Cliccando sul link che ho appena indicato si accede alla pagina del progetto dell’IMFI, ci si registra (basta cliccare su “Registrati e accedi” e poi sul pulsante blu “Registrati con Facebook”, esprimere un numero di voti da 1 a 10 (mi raccomando… 10) e il gioco è fatto.

E se l’operazione non andasse in porto? Pazienza, noi ci abbiamo provato e ce l’abbiamo messa tutta e l’IMFI continuerà come prima, stringendo i denti e lottando per sopravvivere.

Un’ultima richiesta: cerchiamo di far diventare “virale” questo messaggio, condividendolo su Facebook, Twitter e con ogni mezzo possibile. Più la notizia gira, più voti si raccolgono.

Read Full Post »

Bowie

Read Full Post »

Cucchi

Read Full Post »

Natale è una festa universale (o quasi).

L’inglese è una lingua universale (o quasi).

Ergo, quando uno parla inglese avrebbe l’intenzione di farsi capire da tutto il mondo (o quasi).

Ecco un esempio, per riflettere sui nostri destini immediati anche il giorno di Natale.

Buon ascolto, se ci riuscite…

Read Full Post »

Questa sera Crozza, nel suo intervento a “Di Martedì”, peraltro esilarante, ha detto qualcosa relativamente ai numeri. Infatti, alla manifestazione dell’altro giorno del centro-destra a Bologna, Matteo Salvini ha dichiarato che erano presenti 100.000 persone.

Al tempo dei satelliti e di Google Earth sparare cifre a casaccio è molto rischioso e, infatti, qualcuno – prontamente ripreso dal comico genovese – ha calcolato che, date le dimensioni di piazza Maggiore, avrebbero dovuto esserci 23 persone a metro quadro. Un po’ strettini, direi.

(altro…)

Read Full Post »

rodari-omaggio

Read Full Post »

DAS SPOT!

Read Full Post »

Il “Sole dell’avvenire” sorge su acque procellose…

Read Full Post »

SENZA PAROLE

Read Full Post »

Read Full Post »

Una immagine vale mille parole? Forse non sempre è così, ma nel caso di questa vignetta due importanti concetti filosofici come quelli di uguaglianza e giustizia vengono spiegati con meravigliosa sintesi.

Read Full Post »

Ieri pomeriggio, mentre noi di Rete a Sinistra e Lista Pastorino eravamo intenti a festeggiare la conclusione della campagna elettorale, in un clima di serena allegria, in altre parti del centro cittadino si celebravano riti analoghi, ma molto più lugubri.

Berlusconi, tornato a Genova per sostenere il suo delfino Toti, parlava di fronte a una schiera nutrita di esponenti delle forze dell’ordine. Pier Luigi Bersani, invece, interveniva per sostenere Raffaella Paita, ovvero l’espressione di quel Pd che, a parole, dichiara di voler cambiare. Ovvio che il web poi si sbizzarisca e ci regali questa chicca.

Read Full Post »

Caro Matteo,

chiedo venia se uso una formula confidenziale. Non ci conosciamo personalmente, ma sei più giovane di me e l’età qualche licenza la concede. Considera che, in fin dei conti, sono un vecchio rottame.

Continuo a sentire che ci chiami “gufi” e ti ringrazio, perché il gufo è un animale molto simpatico. Più del barbagianni, ad esempio.

Comunque, andiamo per ordine.

(altro…)

Read Full Post »

CELAI, CELASTI…

Read Full Post »

Resta comunque un dubbio atroce: avrà capito?

Read Full Post »

Read Full Post »

1 maggioPrimo maggio, festa dei Lavoratori. Qualcuno erroneamente la chiama festa del Lavoro, ma diamo il giusto nome alle cose.

Quest’anno sono tornato a Frisolino di Né dove, da tempo immemorabile, viene organizzata una mangiata collettiva. In uno spiazzo ricavato in mezzo a un prato, coperto da una tensostruttura e con l’enorme spazio cucina in bella vista, ci accoglie un tempo inclemente (purtroppo – mi dicono – è la norma). Ma c’è il popolo, ci sono i comunisti, c’è la sinistra vera, quella che non si arrende, quella che non conosce freddo, pioggia, disagio. La sinistra che ama stare insieme, seduta sulle panche – tanto a parlar di politica ci si scalda uguale… Quella che non importa la bandiera, non oggi, domani si vedrà. Un centinaio di persone, gli eredi di coloro che, mangiando quello che trovavano, su quegli stessi monti salirono per andare a combattere il nazifascismo.

(altro…)

Read Full Post »

Conoscendo il modo di pensare delle imprese italiane, che imitano i modelli anglosassoni e, nel tentativo di migliorarli, li peggiorano, presumo che il tempo di lettura di un curriculum vitae, di qui a un paio d’anni, potrà essere di 7″. E leggere questo articolo mi ha fatto tornare alla mente alcuni casi di CV realmente penosi, scritti in maniera confusa e logorroica, con impaginazione a dir poco approssimativa, ecc.

Per fare un buon curriculum è necessario essere stringati e chiari. I dettagli vanno lasciati a un eventuale colloquio orale.

Dico ciò specialmente per rammentarlo a me stesso, visto che il mio, di CV, probabilmente risponde solo ai due criteri di corretterzza grammaticale e corretta punteggiatura. Mi sa che presto dovrò rifarlo…

Gian Paolo Valcavi, Il Fatto Quotidiano, 20 marzo 2015

Qualche settimana fa, dopo aver letto gli esiti di una interessante indagine condotta dal National Citizen Service (una organizzazione britannica rivolta ai giovani), ho guardato con tristezza il mio curriculum vitae: era lungo, non aveva immagini e non aveva alcuna di quelle caratteristiche che gli avrebbe consentito di superare i nuovi sistemi di selezione anglosassoni.

(altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Older Posts »