Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Federico Garcia Lorca’

Il mio cuore oppresso
con l’alba avverte
il dolore del suo amore
e il sogno delle lontananze.

La luce dell’aurora porta
rimpianti a non finire
e tristezza senza occhi
del midollo dell’anima.
Il sepolcro della notte
distende il nero velo
per nascondere col giorno
l’immensa sommità stellata.

Che farò in questi campi
cogliendo nidi e rami,
circondato dall’aurora
e con un’anima carica di notte!
Che farò se con le chiare luci
i tuoi occhi sono morti
e la mia carne non sentirà
il calore dei tuoi sguardi!

Perché per sempre ti ho perduta
in quella chiara sera?
Oggi il mio petto è arido
come una stella spenta.

Granada, aprile 1919

Read Full Post »

Sogno (maggio 1919)

Il mio cuore riposa vicino alla fonte fredda.

(Riempila dei tuoi fili,
ragno dell’oblio)

L’acqua della fonte gli diceva la sua canzone.

(Riempila dei tuoi fili,
ragno dell’oblio)

 Il mio cuore sveglio diceva i suoi amori.

(Ragno dell’oblio,
tessi il tuo mistero.)

L’acqua della fonte lo ascoltava cupa.

(Ragno del silenzio,
tessi il tuo mistero.)

Il mio cuore scivola sulla fonte fredda.

(Mani bianche, lontane,
trattenete l’acqua.)

E l’acqua lo porta via cantando d’allegria.

(Mani bianche, lontane,
non resta nulla nell’acqua.I

 

Read Full Post »